Home / Energo Logistic / Sicurezza sul lavoro: arriva “tag” il portachiavi che vibra
sicurezza sul lavoro

Sicurezza sul lavoro: arriva “tag” il portachiavi che vibra

04/05/2020

Sicurezza sul lavoro: tra le misure di prevenzione applicate alla logistica arriva il portachiavi che vibra

Si chiama “tag” il portachiavi che vibra ed è il nuovo dispositivo per la sicurezza sul lavoro che fa mantenere la distanza agli operatori logistici negli ambienti di lavoro.

Progettato da Hp Enterprise il dispositivo permette alle aziende di monitorare, nel rispetto della privacy, i movimenti dei lavoratori e le loro interazioni nel corso dello svolgimento della propria attività in modo da rintracciare tempestivamente in caso di contagio tutti i contatti avuti dall’interessato e allo stesso tempo consente agli operatori di evitare il superamento della distanza di sicurezza.

Come funziona “tag” il portachiavi che vibra per la sicurezza sul lavoro

L’obiettivo di tag il portachiavi che vibra è di rafforzare la sicurezza sul lavoro degli operatori logistici attraverso la soluzione ad alta tecnologia Swat (System workers advance tracing). In particolare ogni lavoratore è provvisto di questo piccolo dispositivo che comunica tramite app con notifica push collegata allo smartphone e che vibra ogni volta che la distanza di 1,5 m viene superata per più di 15 secondi.

Una misura che insieme alle altre fino ad ora adottate negli ambienti di lavoro della logistica come sanificazione degli stabilimenti, visiera frontale trasparente, mascherine, guanti in lattice, gel igienizzanti per le mani, misurazione della temperatura corporea e regolazione degli accessi di tutto il personale in entrata e in uscita, contribuirà all’innalzamento del livello di sicurezza sul lavoro e al contrasto della diffusione del Covid-19, in un settore strategico come quello della logistica, che non si è mai fermato.

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it. Ok