Home / Energo Logistic / L’innovazione digitale guida la Fase 2 della logistica
fase 2 della logistica e digitalizzazione

L’innovazione digitale guida la Fase 2 della logistica

25/05/2020

L’emergenza sanitaria nella Fase 2 della logistica accelera la digitalizzazione e segna la svolta 4.0

L’emergenza sanitaria segna la svolta 4.0 della logistica con la sua digitalizzazione. Mai come in questo momento infatti le aziende del comparto hanno riflettuto sulla necessità di investire nelle nuove tecnologie per una gestione end-to-end dei processi.
Un valore aggiunto per l’offerta di servizi sempre più integrati, sincronizzati e ottimizzati, ma anche una soluzione per la sicurezza sui luoghi di lavoro.

L’innovazione digitale guida dunque la Fase 2 della logistica con la smaterializzazione dei documenti di trasporto, magazzini sempre più automatizzati, condivisione dei dati e pianificazione dei mezzi in cloud.

Come afferma Damiano Frosi, Direttore dell’Osservatorio Contract Logistics del Politecnico di Milano intervistato da digital4.biz:

«Al netto dell’emergenza, durante la quale le aziende si sono arrangiate come potevano, mi aspetto un boom dei progetti di digitalizzazione della logistica e dei trasporti. Progetti votati allo Smart Working, destinato a diventare una prassi consolidata anche in questo settore. Ma anche iniziative di gestione digitale del workflow documentale, oltre a soluzioni evolute e robotizzate di automazione del magazzino».

Fase 2 della logistica: aumenta la domanda di nuove competenze

Oltre a nuovi modelli organizzativi, nella Fase 2 della logistica cresce la domanda di nuove competenze, dettata dall’innovazione digitale, ovvero dall’automatizzazione dei processi, dall’acquisizione dei dati e dall’intelligenza artificiale.

I fornitori di servizi logistici iniziano così a ricercare profili 4.0, ovvero nuovi professionisti come Big Data Analyst, Digital Transformation Manager, Informatico logistico, Informatico dell’automazione, Innovation manager e AI Specialist.

«Le tecnologie e le competenze digitali – dice Frosi – saranno il fulcro della logistica del futuro. Uno scenario che vede la diffusione delle soluzioni che assicurano una visibilità completa su tutta la supply chain, un trasport planning efficace, l’ottimizzazione dello spazio in magazzino, la gestione automatizzata della movimentazione merce. Una Logistica 4.0 in cui aumenteranno le collaborazioni trasversali tra diverse filiere e in cui si ridurranno le attività di stoccaggio e movimentazione in favore della gestione completa dei flussi di merce».

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it. Ok