Home / Energo Logistic / Spese consegna e montaggio mobili ed elettrodomestici: -50% con Bonus 2020

Spese consegna e montaggio mobili ed elettrodomestici: -50% con Bonus 2020

28/07/2020

Bonus 2020: anche le spese per la consegna e montaggio mobili ed elettrodomestici sono detraibili fino al 50%

Non solo le spese per l’acquisto, ma anche quelle per la consegna e montaggio mobili ed elettrodomestici sono ammesse e detraibili dalla dichiarazione dei redditi fino al 50% purché i beni acquistati siano destinati ad un immobile oggetto di ristrutturazione edilizia iniziata a partire dal 1° gennaio 2019.

Bonus 2020 spese di consegna e montaggio mobili ed elettrodomestici: come funziona la detrazione

Come funziona la detrazione delle spese di consegna e montaggio mobili ed elettrodomestici? Secondo il Bonus 2020 la detrazione va ripartita in dieci quote annuali di pari importo per un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro.

Per usufruire dell’agevolazione è necessario che il contribuente paghi tutte le spese, comprese quelle di consegna e montaggio mobili ed elettrodomestici, con una delle modalità indicate nella legge ovvero:

  • bonifico
  • carta di debito o credito
  • finanziamento a rate

Non è consentito, invece, pagare con assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.

I documenti da conservare sono:

  • l’attestazione del pagamento (ricevuta del bonifico, ricevuta di avvenuta transazione, per i pagamenti con carta di credito o di debito, documentazione di addebito sul conto corrente);
  • le fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti;
  • scontrino parlante, ovvero lo scontrino che riporta il codice fiscale dell’acquirente.

Consegna e montaggio mobili ed elettrodomestici: quali beni sono ammessi all’agevolazione entro il 31 dicembre 2020

La detrazione fiscale per la consegna e montaggio mobili ed elettrodomestici spetta per tutte le spese sostenute fino al 31 dicembre 2020 e per:

  • mobili nuovi: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione;
  • grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+, (A o superiore per i forni e lavasciuga), per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica. Rientrano, per esempio, fra i grandi elettrodomestici: frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavasciuga, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

Leggi la guida dell’Agenzia Entrate per usufruire dell’agevolazione per l’acquisto, consegna e montaggio mobili ed arredamento qui.

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it. Ok