Home / Energo Logistic / Il boom dell’e-commerce spinge la richiesta di immobili per la logistica urbana
immobili logistica urbana

Il boom dell’e-commerce spinge la richiesta di immobili per la logistica urbana

23/02/2021

La logistica urbana cambia gli immobili destinati all’e-commerce che diventano asset strategici per le moderne Supply Chain

Di logistica urbana e di altri macro trend, che stanno profondamente cambiando il design e la localizzazione degli immobili destinati allo stoccaggio della merce per il canale e-commerce, si parlerà domani 24 febbraio nel corso del Convegno in streaming dell’Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet” dal titolo: “Immobili logistici: asset strategici al servizio delle moderne Supply Chain.”

Logistica urbana: l’effetto della pandemia e il boom dell’e-commerce

Tra gli effetti più dirompenti della pandemia c’è il boom del commercio elettronico: con le restrizioni agli spostamenti si è vista infatti una crescita notevole degli acquisti online, e l’affermazione tra i consumatori di un comportamento sempre più multicanale.

Secondo gli ultimi dati dell’osservatorio B2C del Politecnico di Milano, in Italia nel 2020 il valore dell’e-commerce è stato di 30,6 miliardi di euro.

L’e-commerce sta agendo da driver nella transizione di imprese e consumatori verso il digitale ma sta anche profondamente cambiando l’impostazione dei network logistici e dei singoli nodi, i magazzini.

Logistica urbana: dai micro-fulfillment center ai dark store, ecco come cambiano i magazzini

La logistica sta assumendo una connotazione sempre più urbana e gli immobili ad essa destinati tendono a spostarsi sempre più all’interno dei confini delle città.

In particolare si sta assistendo allo sviluppo di nuovi concept di magazzino, più sostenibili e basati sulla strategia omnichannel (es. micro-fulfillment center, ovvero mini hub logistici situati nei pressi delle grandi aree urbane) e ad una riqualificazione di aree dismesse, ovvero al recupero di immobili precedentemente destinati ad altro uso. È questo il caso, ad esempiodei “dark store”: magazzini ricavati nel centro delle città dove stoccare le merci da consegnare a velocità ultrarapida, tramite il cosiddetto Q-commerce.

Durante la presentazione dei risultati della Ricerca si presenteranno casi di successo di magazzini innovativi e le principali direzioni di evoluzione dei magazzini italiani, dalla mappatura all’efficienza energetica fino all’impatto climatico.

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it. Ok